Un tocco di romanticismo con Liceo Modisteria

Mi avete scritto in tanti durante queste ultime settimane chiedendomi come mai non stavo più aggiornando il blog con nuovi articoli per cui oggi finalmente posso accontentarvi. Ultimamente sto lavorando su altri due progetti che mi stanno assorbendo tante energie, l’entusiasmo è alle stelle e sento tante energie positive da condividere con chi mi segue. E’ vero, ultimamente non riesco ad essere multitasking come vorrei e desidero tanto una vacanza per ricaricarmi ma questo è uno di quei periodi dove serve battere il ferro finché  è caldo.

Nei pochi ritagli che riesco a conquistarmi a suon di gomitate con l’agenda mi è capitato di “smanettare” con lo smartphone senza una meta ne’ tanto meno un obiettivo, un po’ come quando per addormentarsi si scrolla una bacheca di Facebook senza un reale interesse. Ebbene in uno di questi momenti capito sulla pagina IG di @liceomodisteria notando che qualcosa ha stuzzicato la mia curiosità…

Cosa può avermi colpita di una delle tante gallery che visiono ogni giorno ? Sicuramente la freschezza e la spontaneità con la quale questo brand riesce a creare accessori e gioielli che coronano un abito, magari proprio quello che hai scelto per un’ occasione importante e che spesso ci lascia un punto interrogativo proprio per la ciliegina che manca.

2

Di Liceo Modisteria mi ha colpito quell’attitudine data dal mix adrenalinico tra il classico, la rivisitazione in chiave contemporanea di accessori che oggi consideriamo inediti ma che in realtà sono dei classici che hanno scandito la moda dei tempi che furono (e che saranno).

Per esempio sono rimasta colpita dalla corona in foglie di metallo sul solco del copricapo in alloro che ci rimanda a un Dante ma che su una acconciatura femminile vi assicuro ha il suo bell’effetto, anche in un’ occasione importante come un matrimonio.

Ciò che colpisce nell’immediato è l’assimetria di questi accessori che da soli sono sufficienti a far sprizzare di personalità qualsiasi look, anche quello apparentemente più semplice anche perché parliamo di creazioni personalizzabili su richiesta.

Un brand nato quasi per gioco presente a Bologna,  e udite udite in alcuni atelier di Tokyo e Kyoto!

Ma ora vi parlo di quel che più ha stuzzicato la mia curiosità, iniziando dai tanti tipi di tiara rivisitati con quel tocco un po’ Glam, per non parlare dello Chokerino in velluto e “Gros grain” che mi ha colpito per la leggerezza e anche l’adattabilità ai vari outfit.

Sempre parlando di tiare, molto elegante è molto elegante è la Narciso, interamente realizzata a mano e placcata oro 24 carati, arricchita di cristalli personalizzabile secondo i vari gusti e preferenze anche eventualmente in bianco e abbinabile non solo sul proprio vestito nuziale ma anche su un vestitino easy chic.

3

Il gioiello a mio avviso più originale di Liceo Modisteria è senza dubbio il Carlo Jewel, il cui nome è ispirato all’imperatore del Sacro Romano Impero (Carlo Magno): una sorta di corona di delicate foglioline metalliche lavorate minuziosamente a mano e placcata con oro 24 carati che, udite udite, può essere utilizzato o come ornamento sulla testa, come una coroncina che si adatta alla capigliatura, oppure come collana da far cadere sulle linee del proprio busto o addirittura come ornamento per cingere il giro vita, adesso capirete perché ne sono rimasta incantata.

Questo accessorio è tra le cose più originali che mi è capitato di vedere in quest’ ultimo periodo. E’ il classico oggetto che lascerebbe chiunque a bocca aperta per lo stupore, davanti a tanta beltà è difficile  anche solo pensare di poterne fare un’ idea regalo per qualcuno, io la terrei tutta per me!

Sempre dalla collezione 2019 ecco Alessio Fiore, con leggiadri fiori placcati oro 24 carati e argento, arricchiti da cristalli di Boemia e montati su spillone, vendibili anche singolarmente, inoltre questa creazione può essere personalizzata a richiesta con qualsiasi colore.

Sempre dall’ultima collezione, per i miei gusti, merita più di uno sguardo la fascia Irene che della sua duttilità fa il suo principale punto di forza in quanto è modellabile a piacimento grazie all’elastico posteriore con nodo regolabile cosa che oltre a dare quella sensazione di “sempre nuovo che non ci stanca mai” la rende un accessorio immancabile per outfit di tutte le stagioni.

10.jpg

Ma Liceo Modisteria non è solo Wedding, il brand propone infatti come vi accennavo sopra anche altre eleganti creazioni che ricordo vedono la sinergia di artigiani specializzati in un preciso campo, non solo sartoria ma anche calzoleria, colorazione, specialisti dei lavori con metalli per un mix originale e soprattutto 100% “fatto a mano” .

Ma tornando quanto accennavo sopra, Liceo Modisteria presenta una proposta variegata che sa il fatto suo in ogni circostanza, per esempio un altro accessorio che risuona nelle mie corde è il bel cappello Morena, un copricapo sofisticato ma sbarazzino a tesa larga e dalla forma vintage creato in morbido velour che su richiesta è possibile anche arricchire con una piuma. Questo cappello lo trovo decisamente adatto ad un outfit di questa stagione magari abbinato a un bel capottino in lana colorata.

Ogni creazione targata -Liceo Modisteria viene confezionata con un simpatico packaging dal font stile Bauhaus.

Francesca, che ho intervistato per completare il mio articolo di @liceomodisteria mi ha parlato così:

– Liceo modisteria è un progetto nato e sviluppato dal 2015 ad oggi, come risultato di una maturità artistica e sperimentale.
In seguito a due anni di sfrenato divertimento londinese (accompagnato anche da un lavoro come sales assistant nel magico mondo di Harrods e da un bazzicare tra qualche vips Franco-brit-arab-pop) sono tornata nella ridente Bologna e ho ricominciato, un po’ per caso, a frequentare i luoghi e le persone che frequentavo al Liceo (artistico e sperimentale). Nel contempo mi sono praticamente rimessa sui banchi di scuola per imparare l’arte della modisteria. E così ho iniziato a realizzare accessori per completare i look di alcune tipe, tra spose e invitate ai matrimoni, Tra chi doveva andare alla prima della Boheme e chi aveva un party a tema.
Piano piano “ho messo insieme un’insieme di creazioni”, ognuna con una sua storia, ognuna diversa, che hanno dato vita alla collezione (almeno in parte).

COLLEZIONE 2019:

La collezione 2019 prende ispirazione da un viaggio alla riscoperta delle radici del nostro passato. Dall’opulenza delle dame settecentesche delle corti borboniche fino ai grandi personaggi del mondo antico viene identificato l’ornamento come segno di distinzione e personale celebrazione. Ad esempio la corona di Dante rivisitata, in chiave un pò minimal (ma non troppo), placcata oro 24 carati o verniciata in off white, nero o a piacere. E tante Tiare che deliziano ogni outfit, munite di diverse decorazioni per ogni acconciatura. Ognuna con una sua storia. Come le donne che le indossano. Da qui il concetto di “customizzazione”. Passato e presente che si mescolano, prendendosi un pò in giro. Sperimentando.

Alcune opzioni di velo, dal modello Nonna Grace, che dall’asimmetria dei tagli sembra quasi punk, ai fascinators con veletta montata, romantici e senza tempo. Piume di struzzo, marabù, paglia sisol, organza, seta e duchesse. Questi i materiali principali.

E poi un modello di sandalo con gioiello montato su tacco, e un set composto da cappa impalpabile in mussola di seta e body belt in piume; per una modernissima Maria Antonietta.

Adesso capite perché questo marchio ha destato in me tanta curiosità?

Insomma se volete stupire e stupirvi sapete a chi rivolgervi

www.liceomodisteria.com

Posted by

Diario e recensioni di una vita un po' incasinata.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.